TAURINO (all. Virtus Francavilla): “Partita bella e avvincente. Catania migliore avversario per qualità e gioco espresso incontrato”

0
1530

Molto obiettivo, a fine partita, l’allenatore della Virtus Francavilla Roberto Taurino nel commentare l’1-1 maturato contro il Catania allo stadio “Nuovarredo Arena”:

Partita bella, avvincente, combattuta. Due squadre che hanno cercato di superarsi, il Catania una squadra forte, con tanta qualità davanti, ben organizzata e ben allenata da Ciccio Baldini che conosco da tanto, abbiamo giocato insieme a Perugia, è un allenatore molto preparato e un grande uomo. Abbiamo tenuto bene il campo, facendo la nostra partita, non abbiamo aggredito altissimi perchè loro palleggiano bene e non volevamo sprecare troppe energie. Secondo me in alcune situazioni potevamo sfruttare meglio delle nostre caratteristiche ma ho visto lo spirito giusto, ci prendiamo questo punto. Forse l’unico rammarico è avere regalato un pò il gol. In quella situazione sapevamo che loro uscivano forte a pressione con i due interni e mi dispiace perchè ci abbiamo lavorato, da una situazione che potevamo sfruttare a nostro favore con una palla filtrante andando noi a campo aperto ci siamo invece fatti aggredire ed è nato il gol. Poi magari l’1-1 lo avremmo preso comunque, perchè loro alcune situazioni le hanno create. Il Catania ha dimostrato di essere forse l’avversario con più qualità e capacità di espressione di gioco che abbiamo incontrato finora“.

“La mia squadra ha combattuto fino alla fine che ha provato anche a vincerla. Loro per il modo in cui giocavano avevano questo play molto bravo a schermare le giocate sulle punte, Maldonado, e due difensori centrali estremamente fisici. Abbiamo allora preferito sfruttare inizialmente la freschezza e la vivacità di Carella ed Enyan, che hanno fatto bene ma è mancato quel briciolo di qualità quando arrivavamo negli ultimi metri. Potevamo trovare molto più spesso la giocata tra le linee. Sulle catene esterne loro spingevano tanto e volevamo impensierirli di più, soprattutto Calapai, ma il Catania è stato bravissimo a fermare quasi sempre le nostre ripartenze, in modo intelligente. Non ci hanno consentito di andare frequentemente a campo aperto, avremmo potuto sfruttare meglio la nostra vivacità”. 

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***