PAGELLE DI REPARTO: difesa e mediana in difficoltà, attacco poco lucido

0
411

Al termine della sfida tra Catania e Paganese, conclusasi con il risultato di 0-1, pubblichiamo le consuete pagelle di reparto:

DIFESA 5,5

Rispetto agli ultimi impegni stagionali la difesa etnea ha registrato qualche passo indietro, non sembrando particolarmente brillante. Malino il duo LorenziniMonteagudo, andati in difficoltà sugli inserimenti di Zanini e sulle iniziative personali di Diop. Poco brillante anche Pinto, che indubbiamente ha pagato la stanchezza dei tanti impegni ravvicinati. Ad inizio secondo tempo il terzino pugliese è stato sostituito da Zanchi, il quale, pur dimostrando una maggiore propensione offensiva rispetto all’ex Monopoli, ha peccato di precisione nei cross. E’ uscito alla distanza Albertini, rivedibile invece la prova di Sala, bravo a negare il raddoppio nel primo tempo ma in difficoltà nelle uscite, rischiando in qualche occasione la frittata.

CENTROCAMPO 5,5

Pur non lesinando impegno e carica agonistica, anche la mediana etnea è apparsa meno reattiva rispetto alle precedenti gare, subendo le ripartenze avversarie. Non è stato il solito Cataldi, andato a corrente alternata e autore di un retropassaggio suicida nel finale di gara, rischiando il Catania di subire il 2-0. Non ha lasciato il segno Simonetti, che ha partecipato alla manovra ma con poco costrutto. Solita corsa da parte di Greco che però ha anche commesso errori in fase d’impostazione. Senza voto Provenzano, subentrato soltanto a 10′ dal termine.

ATTACCO 5

Il secondo miglior attacco del torneo si è arreso alla seconda peggior difesa, brava a reggere l’urto e contenere la verve dei padroni di casa per tutta la gara. Poco presente Biondi mentre Russini, nonostante qualche accelerata, non è mai riuscito veramente ad accendere la luce. Prestazione da dimenticare per Moro. Il numero 24 lotta costantemente e si dimostra molto generoso, evidenziando però, in questo momento, la mancanza di lucidità sotto porta. Non incide nemmeno Sipos, subentrato al 63′ per aggiungere maggiore peso in avanti ma mai davvero nel vivo del gioco. Impatta bene invece Russotto, molto attivo su tutto il fronte d’attacco e vera spina nel fianco per la difesa avversaria.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***