LA SICILIA – Moro: “Catania, mi hai accolto come un figlio. Abbraccio dei tifosi commovente”

0
924

Luca Moro si appresta a lasciare Catania dopo la fine anticipato del campionato rossazzurro. Lo fa rilasciando alcune dichiarazioni riprese dal quotidiano locale:

“Quello con Catania e i tifosi non è un addio, speriamo di rivederci – afferma – E’ un momento particolare per tutti, devo solo ringraziare tutti, a cominciare dai tifosi. L’abbraccio a Torre del Grifo è stato commovente, mi avete considerato uno di famiglia, un parente, un amico. Abbiamo fatto il possibile per continuare la favola, purtroppo però ci sono cose che vanno oltre le nostre competenze. Ringrazio tutta la squadra e le persone che ci hanno circondato. Sono cresciuto sotto ogni aspetto. Un grazie a Catania che mi ha accolto e fatto sentire parte di una grande famiglia. Mi mancherà esultare al ‘Massimino’ sotto la Nord, ma il calcio è anche questo. Le convocazioni in Nazionale? Emozione fortissima. Grazie al lavoro del gruppo, a Catania, Pellegrino e Baldini ho ricevuto le convocazioni che gratificano me, ma anche il ruolo dei miei compagni. Io in Serie A? Devo lavorare, migliorare. Mi piace per Catania, per ora ho solo questo in testa. Catania non ha eguali”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***