VIAGGIO NELLA STORIA DEL CATANIA: 1950/51, Guido Klein trascina i rossazzurri

0
157

Il cuore del Calcio Catania ha smesso di battere ma non si potranno mai cancellare i ricordi. Attraverso questa rubrica intendiamo effettuare proprio un viaggio nella storia del Catania. Una storia fatta di gioie, dolori, emozioni, momenti delicati e di grande entusiasmo.

In questi giorni abbiamo parlato dell’inizio di una storia rossazzurra, quando il Catania assunse la denominazione di Società Sportiva Catania prima, di Associazione Fascista Calcio Catania dopo, fino ad arrivare alla nascita del Club Calcio Catania. Andiamo avanti con il diciottesimo appuntamento della nostra rubrica, giungendo all’annata 1950-51.

Viene confermato alla presidenza Lorenzo Fazio che saluta Ladislao Klein e fa accomodare in panchina l’ungherese Lajos Politzer. In sede di mercato si registrano le cessioni di Cesare Goffi al Marsala e Gianni Prevosti al Lecce. Dal Crotone arriva il portiere Giacomo Cappuccini, dall’Atalanta il centromediano Giancarlo Cadè e la mezzala Francesco Randon, dal Taranto l’ala Silvano Toncelli, oltre al centravanti italo-tedesco Guido Klein prelevato dalla Torrese dopo due campionati in Germania con la maglia dello Stoccarda, sarà lui con 15 reti il cannoniere rossazzurro della stagione.

La squadra etnea ottiene al termine del campionato di Serie B un discreto settimo posto con 42 punti, in un torneo dominato dalla SPAL con 58 punti, davanti al Legnano a quota 54, entrambe promosse in Serie A (fonte Tutto il Catania minuto per minuto).

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.