STAMPA LOCALE – Vagliasindi: “Riaprire la porta del Catania ai catanesi. In Serie D gli under ago della bilancia”

0
2827

Il giornalista Alessandro Vagliasindi interviene ai microfoni di Telecolor soffermandosi su alcuni temi che riguardano il Catania che sta per nascere:

“Bisogna in primis costituire la società a cui poi il Comune, attraverso la Figc, attribuirà il titolo sportivo. Si guarda con attenzione al Consiglio federale di giorno 8 per avere un primo riscontro da parte della Figc su quelle che sono state le risultanze del bando con l’esito che ha assegnato a Pelligra la rappresentanza della città di Catania nel calcio, come pare abbastanza scontato, nel prossimo campionato di Serie D. E’ chiaro che adesso l’agenda è fitta perchè dalle parole bisogna passare ai fatti e anche con una certa tempestività, poichè le altre squadre che pensano ad un inserimento del Catania in D e hanno ambizioni di promozione non stanno con le mani in mano. Iniziano ovviamente a programmare sapendo che il Catania sarà la squadra da battere e, quindi, vanno sul mercato alla ricerca dei pezzi pregiati”.

“Campo di allenamento? L’esigenza principale oltre a quella logistica, riguarda un riavvicinamento dei tifosi alla squadra. Deve essere scelta una struttura che consenta veramente alla città di vivere la squadra. Che è un pò quello che desiderano tutti i tifosi del Catania. Per anni abbiamo preso atto che Torre del Grifo, a parte il problema del Covid, era una struttura pressochè inaccessibile o raramente accessibile ai tifosi. Vorrei che fosse riaperta la porta del Catania ai catanesi. Qualsiasi sia la struttura più o meno funzionale vorrei che venga assicurato questo tipo di contatto tra città e squadra, fattore fondamentale soprattutto perchè si riparte da zero”.       

“Sul mercato la nuova proprietà dovrà scegliere soprattutto gli under che fanno la differenza perchè in Serie D è obbligatorio l’utilizzo di 4 giocatori 2004, 2003, 2002 e 2001 che poi diventano fondamentali e determinanti negli equilibri del girone. Avere giocatori che fanno la differenza in questa fascia di età potrebbe diventare l’ago della bilancia e spostare gli equilibri nel corso del campionato”.     

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***