PAGELLONE ROSSAZZURRO – Centrocampo: Vitale, il futuro è suo. Rizzo, grande lavoro d’intensità

0
567
foto Facebook Catania SSD

Prosegue la carrellata con le valutazioni dei calciatori del Catania per la stagione 2022/23 relativamente all’anno che volge al termine. Dopo la puntata di ieri che ha visto protagonisti i difensori, oggi passiamo al reparto di centrocampo.

IL MIGLIORE CENTROCAMPISTA DEL 2022

Vitale 7.5 – Ha dimostrato di avere la pasta giusta per fare cose buone, in prospettiva anche nel calcio che conta e non solo nei dilettanti in questa stagione transitoria del Catania in Serie D. Arriva in prestito dalla Sampdoria, questo già la dice lunga sulle potenzialità del ragazzo che tra reti messe a segno e supporto al gruppo nei momenti critici ha dimostrato personalità e buone doti da mezzala di inserimento. Il futuro è suo.

I voti degli altri centrocampisti rossazzurri

Rizzo 7 – Sarà che a forza di intonare il motto “pattenu i cavaddi” si è trasformato diventando un “animale da corsa” sul rettangolo verde. Ha lavorato d’intensità Peppe Rizzo, uscendo fuori dal cilindro colpi che ricalcano il passato di una carriera che l’ha visto giocare in ben altre categorie. In mezzo al campo non è sempre stato facile trovare la quadra, l’intesa tra gli interpreti della squadra è cresciuta col passare delle settimane.

Palermo 6.5 – Va premiata a nostro avviso la capacità che ha avuto di sfruttare appieno le occasioni concesse: goal pesanti, ma soprattutto tanta gamba e corsa mai banale in campo per inseguire un avversario o lanciare un compagno in porta. Un calciatore di quantità utilissimo al club rossazzurro, un infortunio ne ha limitato l’impatto con un avvio di stagione che ha visto poche alternative impiegabili in mediana.

Lodi 6 – Va bene così. Ciccio Lodi per il tifoso catanese è una fede. Ci sono state giornate in cui ha saputo essere un faro per la squadra, altre in cui è stato un po’ eclissato. Sua la prima impronta sul campionato in corso, a Ragusa, in un simbolismo straordinariamente emozionante. Troppe le occasioni sprecate in fase di finalizzazione.

Bani 5.5 – Troppo poco spazio per una valutazione realmente significativa. Ci si aspettava di più.

Buffa, Di Grazia, Al. Russotto, Scognamiglio sv – Infortuni e scelte tecniche del mister hanno fatto sì che questi calciatori avessero poco spazio. Impossibile dare una valutazione d’insieme.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***