DE LUCA-GOL: assedio rossazzurro, ma il Catania non va oltre il pari

0
625

>>>Clicca qui per visualizzare il tabellino e le statistiche della partita<<<

I rossazzurri sbattono contro il muro eretto dalla Virtus Francavilla non riuscendo ad andare oltre il risultato di parità. 1-1 il risultato finale, a conclusione di una partita che ha visto il Catania gestire costantemente il pallino del gioco premendo forte sull’acceleratore per lunghi tratti dell’incontro. La Virtus è riuscita in qualche modo ad evitare la sconfitta, rischiando addirittura d’incamerare l’intera posta in palio visto che il pari del Catania è arrivato soltanto a circa un quarto d’ora dal 90′.

I padroni di casa collezionano tante occasioni da gol nel primo tempo. Al 10′ il portiere effettua uno splendido intervento sul colpo di testa a botta sicura di Marsura. Si ripete intorno al 20′: prima la giocata di Dubickas ma Forte esce tempestivamente, poco dopo colpo di testa di Castellini a distanza ravvicinata, gol negato ancora dall’estremo difensore biancazzurro. A sorpresa, un paio di minuti più tardi gli ospiti sbloccano il risultato al loro primo vero tiro in porta: Artistico fa fuori Curado e Silvestri, avanza palla al piede e calcia con precisione, la palla s’insacca sulla sinistra di Bethers.

La risposta del Catania è affidata ai piedi di Chiricò, molto attivo sulla fascia dialogando spesso con Bouah. Marsura ci prova sia dal limite dell’area che a pochi metri dalla porta, la palla però non ne vuole sapere di entrare per i rossazzurri che continuano a premere sull’acceleratore, con la Virtus che si difende, resiste e riparte.

Nella ripresa continuano gli assalti del Catania. Forte si supera al 59′ respingendo il colpo di testa potente di Curado. Passano pochi minuti, Marsura s’invola verso l’area di rigore ma non riesce a finalizzare calciando a lato. Ennesima occasione sprecata dal Catania. Tantissimi cross, manca la stoccata vincente. Ci pensa il neo entrato De Luca a gonfiare la rete biancazzurra. Cross di Bocic, controllo di De Luca che si gira e conclude con un diagonale imprendibile per Forte (75′).

Gli etnei non si fermano, continuano a spingere: ancora Forte protagonista: Chiricò interviene di testa su cross di Bocic: in controtempo, l’estremo difensore dice di no (80′). E’ assedio rossazzurro. Dubickas, doppia occasione anche per lui ma niente da fare. Chiarella, subentrato pochi istanti prima, non centra il bersaglio per un soffio. Nel finale la Virtus continua a stringere i denti, realizzando l’impresa di uscire imbattuta dal “Massimino”. Catania comunque applaudito dal pubblico per la grande generosità mostrata in campo.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***