FISCHI AL “MASSIMINO”: Catania fermato sul pari dal Monopoli

0
1785

>>>Clicca qui per visualizzare il tabellino e le statistiche della partita<<<

Il Catania fallisce l’aggancio al decimo posto in classifica, pareggiando al “Massimino” contro il Monopoli. Rossazzurri in difficoltà, al cospetto di un avversario che anche in inferiorità numerica per oltre 40 minuti ha lottato fino alla fine con generosità, creando grattacapi al Catania. L’1-1 finale porta la firma di Cicerelli, autore di un gol di pregevolissima fattura nel primo tempo, e di Bizzotto nel corso della ripresa.

PRIMO TEMPO – Catania subito in proiezione offensiva ma che, al 12′, deve fare i conti con un infortunio riportato da Bethers, costretto ad uscire in barella. Al suo posto Albertoni. Il Monopoli prova a mettere in difficoltà i rossazzurri con il dinamismo dei suoi attaccanti e la fantasia di Borello, andando vicino al gol con Tommasini (19′) ma per fortuna del Catania non inquadra la porta da posizione favorevolissima. Rossazzurri in possesso della sfera che tornano in avanti alla ricerca del gol. Gol che arriva al 31′ con uno splendido tiro a giro di Cicerelli che non lascia scampo a Gelmi.

Gli ospiti rispondono subito con Tommasini, ma il tiro a botta sicura viene respinto miracolosamente da Albertoni, poi la palla sbatte sul palo. Brivido per la difesa rossazzurra. Prima dell’intervallo il Monopoli si rende pericoloso provando a sfruttare un paio di mischie in area e tiri da fuori ma la difesa regge. Protestano i biancoverdi per un presunto fallo da rigore, ma l’arbitro dice che è tutto regolare. Dopo 5′ di recupero manda le due squadre negli spogliatoi.

SECONDO TEMPO – Inizia la ripresa con il Monopoli che alza il pressing aggredendo i portatori di palla rossazzurri. Al 47′ sugli sviluppi di un corner, pericolo con il colpo di testa di Ferrini ma Albertoni dice ancora di no. L’attaccante biancoverde è una spina nel fianco. Al 58′, Gli ospiti sono costretti a giocare in dieci per l’espulsione dello stesso Ferrini, autore di un brutto fallo su Bouah, ma continuano a creare presupposti di pericolo nell’area catanese. Al 69′ arriva il meritato pareggio. Difesa rossazzurra impreparata, Bizzotto in area dopo un tiro di Hamlili ribattuto trova il varco giusto e insacca.

A questo punto il Catania spinge sull’acceleratore, ma lo fa sviluppando una manovra confusionaria e fin troppo articolata. La scelta di puntare su Chiricò dal 1′ non paga, Lucarelli si gioca le carte Peralta, Chiarella, Cianci, Welbeck e Costantino nella ripresa ma gli assalti del Catania non producono nulla di significativo. Al 79′ i rossazzurri vanno vicini al gol in tre circostanze ma la difesa dei pugliesi in qualche modo riesce a cavarsela. Nel finale espulso il tecnico monopolitano Taurino, furioso dopo avere protestato per la concessione di un calcio d’angolo al Catania. L’arbitro concede 5′ di recupero ma la squadra di Lucarelli non trova la rete. Finisce in parità tra i fischi sonori del “Massimino”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***