EZIO RACITI: “Catania deludente, calendario tosto. Sfida col Messina molto particolare”

0
1521
foto SportMe NEWS

Doppio ex di Catania-Messina, l’allenatore Ezio Raciti concede un’intervista alla Gazzetta del Sud in vista del confronto di domenica sera al “Massimino”:

“Un derby sfugge sempre a tutti i pronostici, alle dinamiche del campionato. È una sfida molto particolare, a livello di emozioni e tensioni, ma lo sarà anche per la graduatoria. Credo che la quota per salvarsi quest’anno sia 44-45 punti ma ovviamente molto dipenderà da quello che faranno le squadre che attualmente si trovano in zona playout. Il Monopoli ne gioca due in casa e potenzialmente può fare sei punti. Il Monterosi dovrebbe fare un miracolo per accorciare il divario ma credo sia tagliato fuori e quindi la quintultima sarà salva. Dal Potenza in giù però nessuno ancora può ritenersi salvo, anche se la Turris ha compiuto un passo falso pesante nell’ultimo turno”.

Il Catania ha un calendario tosto perché dopo il Messina, affronterà il Sorrento che cerca un posto nei playoff e il Benevento che lotta per partire dal secondo posto. Il Catania è la squadra che ha deluso di più, assieme a Potenza e Crotone ritengo. Poteva fare molto meglio. Troppe pressioni o aspettative? Se indossi una maglia come quella del Catania non puoi soffrire queste dinamiche, sai che ti guardano 20 mila spettatori. Personalmente credo abbia pesato lo scarso impatto offensivo. Per vincere un campionato bisogna segnare almeno 80 gol, il Catania ne ha realizzati meno della metà. Le pecche maggiori sono lì. Poi ci sono i tre cambi dell’allenatore che hanno reso difficile il creare un’identità di squadra. Discorso esattamente opposto a quanto accaduto a Messina, dove dall’inizio c’è stato un progetto tecnico preciso e si è andati avanti su quello anche nei momenti più duri, facendo leva su alcuni elementi che stanno benissimo, come Zunno”.

Il mio cuore pulsa sangue rossazzurro ma a Messina sono stato accettato e accolto alla grande nonostante la rivalità. Ho costruito un ottimo feeling anche con la tifoseria e per me questo vale quasi quanto le mie origini”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***