CATANIA (Video): l’amarezza a Bologna di quella vittoria decisa da Bergessio…

0
184

Nella passata stagione, Catania vittorioso a Bologna. Tre punti, però, profondamente amari

11 maggio 2014. Una data profondamente amara per i tifosi rossoazzurri perché sancisce l’aritmetica retrocessione in Serie B, nonostante la vittoria di Bologna, unica esterna della stagione. Nello scorso campionato, il Catania riesce ad imporsi allo stadio Dall’Ara con il risultato di 2-1. Nel suo viaggio all’inferno, la squadra etnea trascina anche il Bologna che dopo sei anni dal ritorno nel massimo campionato precipita in serie B proprio nell’anno di celebrazione del cinquantenario dell’ultimo scudetto e il quarantennale dell’ultima coppa Italia.

Non basta ai padroni di casa giocare un’ora in 11 contro 10 per battere il Catania, che non regala nulla e anzi riesce a tornare in vantaggio nel finale dopo che i rossoblù avevano agguantato il pari.
In avvio è il Bologna a prendere l’iniziativa anche se si vede bene che il Catania ha più qualità nella manovra. La prima occasione capita sulla testa di Krhin che, avanzato in area per un angolo, incorna alto di poco. La risposta degli ospiti è letale: Rinaudo si guadagna una punizione dal limite in posizione molto defilata sulla sinistra che Monzon trasforma con un tiro secco rasoterra che passa sotto la barriera. Qui il Bologna sbanda ma lo aiuta a riprendere fiducia un fallo inutile di Peruzzi, espulso.

Gli sforzi offensivi dei padroni di casa nella ripresa producono mischie e tanti calci d’angolo ma dopo un corner ecco che Morleo indovina la battuta giusta e infila Frison. Per il terzino è il primo gol in A ma ha il sapore di beffa perché poco dopo proprio Morleo perde un duello di forza a centrocampo con Monzon, che s’invola in contropiede e serve lungo Bergessio che stringe al centro e sorprende Curci sul suo palo con un tiro potente.