PISSERI: “Sono stato colpito alla pancia. A Siracusa non prendono mai provvedimenti. Abbiamo saputo soffrire”

0
1172

L’estremo difensore Matteo Pisseri interviene in Sala Stampa, al termine della partita vinta dal Catania a Siracusa. Ecco quanto evidenziato da TuttoCalcioCatania.com:

“C’è stato un lancio di oggetti, accendini, pietre e calcinacci, ma su questo campo non prendono mai provvedimenti e si è visto anche l’anno scorso. Spero che adesso qualcuno provveda. Sono stato colpito nella pancia ma non è successo niente di grave. Abbiamo saputo soffrire. Impossibile non concedere nulla in 90 minuti, siamo stati bravi a tenere botta e colpirli in contropiede. Forse avremmo dovuto avere più coraggio in avanti. Stiamo disputando un ottimo campionato, la fase difensiva funziona egregiamente. A partire dal lavoro effettuato dagli attaccanti”.

“Il campionato è ancora lungo, dobbiamo sempre avere questa voglia di fare risultato contro chiunque. Il Siracusa ha giocato la partita della vita, noi siamo abituati a fare sportivamente la guerra o giocare a calcio. A seconda delle caratteristiche dell’avversario di turno”.

“Ho commesso anch’io qualche piccola sbavatura, ma bravi sono stati i compagni a metterci una pezza. Il rinnovo? L’accordo è stato raggiunto in tre minuti con Lo Monaco ed Argurio. C’è fiducia reciproca e andiamo avanti. E’ troppo importante fare benissimo in questo campionato”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***