LO MONACO: denuncia Fabbricini per mancato ripescaggio, procedimento archiviato

1
4848

“Un atto dovuto per uno scempio che è stato commesso, creando non pochi danni a tutti quelli che erano interessati. Uno scempio motivato da decisioni arbitrarie, contrarie a ogni norma e quindi non facciamo altro che difendere i nostri diritti fino in fondo”. Parole che risalgono all’estate 2018, firmate Pietro Lo Monaco, riconducibili alla denuncia presentata all’indirizzo dell’allora Commissario Straordinario della Figc Roberto Fabbricini, nell’ambito del tristemente noto caso dei mancati ripescaggi in Serie B che vide il Catania in prima fila nella lotta per la rivendicazione dei propri diritti. Oggi si riscontra, attraverso quanto raccolto da La Gazzetta dello Sport, che il 22 gennaio scorso il Gip ha archiviato il procedimento perché non si ravvede nelle decisioni di Fabbricini alcuna ipotesi di violazione della legge e ipotesi di dolo.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***

1 COMMENTO

  1. Anche i morti sapevano della irregolarità e illegittimità della riduzione “ex abrupto” e proveniente da chi non ne aveva il potere per il campionato immediatamente seguente del format della serie B, tutti gli organi giudicanti aditi si sono defilati o con il rinvio ben oltre la data d’inizio campionato dell’udienza decisiva, vanificando tutto il procedimento, o con decisioni comunque defatigatorie e ridicolmente pretestuose. Ha vinto ancora una volta la mafia che è ben radicata anche negli interessi economicamente abnormi del calcio professionistico. Ora la chicca finale: W l’Italia!

Comments are closed.