PROTTI: “Lucarelli, la voglia di lottare e combattere non lo abbandona mai. E’ questa la sua forza”

0
222

Ex osservatore del Catania con trascorsi molto importanti da calciatore in altre piazze, soprattutto Livorno, Igor Protti interviene ai microfoni di Unica Sport soffermandosi particolarmente sulla figura di mister Cristiano Lucarelli:

“Conosco benissimo Lucarelli. E’ un caro amico, abbiamo vissuto un’esperienza meravigliosa da compagni di squadra a Livorno. Il primo anno riportando gli amaranto in A dopo 50 anni, il secondo con Cristiano capocannoniere in Serie A. Fece tantissimi gol, maturando ha capito che poteva fare molto di più di 10 reti a stagione, non accontentandosi. Meravigliose esperienze, poi lui da allenatore ed io dirigente. E’ una delle persone a cui sono legato in assoluto nel mondo del calcio”.

“E’ sempre stato un uomo di grande personalità, lo sta riportando anche nel suo nuovo ruolo. Oggi lo ritengo uno degli allenatori di C più bravi ed affidabili e può fare molto bene anche in categorie superiori. Riesce a tirare fuori il meglio di sè nei momenti più complicati. Gli è già successo. In questi casi sa dare ed ottenere il massimo. Lui è sempre molto carico e motivato perchè questa è una sua forza. Più lo scenario è delicato, più si carica. Adesso ha fatto quadrato con i giocatori per ottenere il massimo. Non si sa bene quale potrà essere il futuro del Catania, figuriamoci quello di Lucarelli. Ma in una circostanza del genere non ci può essere guida tecnica migliore per una squadra. Lui sentiva di fare quello che ha fatto, accettando di tornare con grandissimo entusiasmo pur sapendo che non sarebbe stata una passeggiata per vari motivi. Però ha dimostrato di avere voglia di lottare e combattere”.

“Io ho collaborato col Catania per tre anni da osservatore ma è stato un rapporto vissuto da lontano perchè non mi sono mai trasferito lì. Venivo 1-2 volte l’anno ma partivo dalla Toscana in giro per l’Italia e l’Europa visionando giocatori. Catania, però, la conosco bene come piazza e so quanto sia calda. Ricordo le battaglie sportive sportive fatte da avversario proprio con Cristiano. Io amavo molto il calore dei tifosi, che poi rappresenta l’essenza del calcio. A Catania, in particolare, si percepiva la passione. Qualcosa di bello ed emozionante. Io devo ringraziare i tifosi di tutte le squadre che mi hanno permesso di provare quelle emozioni, belle o brutte ma fanno parte della vita. Lucarelli con la pancia? Esagera un pò, glielo dico anch’io. Anche quando giocava nel ritiro estivo si presentava con qualche chilo in sovrappeso. E’ una sua tendenza naturale. Deve continuare a lottare e combattere come sa fare. Con Lucarelli si può andare sempre a testa alta”. 

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***