CATANIA: accoglimento missiva o penalizzazione. Nuovo CdA, cambiare tutto per non cambiare nulla?

0
1762
Torre del Grifo, Catania

Il Catania rischia 2 punti di penalizzazione da scontare in questo campionato per non avere adempiuto al pagamento degli stipendi dei propri calciatori entro la scadenza del 16 marzo. La società rossazzurra, non avendo generato alcun introito questo mese, ha comunicato la propria impossibilità sollecitando Covisoc, Lega Pro e FIGC a richiedere in via del tutto eccezionale la sospensione degli adempimenti. “Il Calcio Catania – secondo quanto riporta la missiva ufficialmente pubblicata attende con fiducia l’accoglimento della richiesta formulata”. Staremo a vedere cosa succederà, anche se le sensazioni non sono positive ed il Vice Presidente dell’Assocalciatori ha espresso qualche preoccupazione.

Tutto questo mentre, nelle prossime ore, verranno definitivamente sciolte le riserve sulla composizione del rinnovato Consiglio d’Amministrazione rossazzurro dopo le dimissioni presentate dal Presidente Davide Franco. Una o due nuove pedine verranno inserite. Resta da capire se confermando la presenza dell’A.D. Giuseppe Di Natale dopo poco più di un mese di lavoro proficuo, avendo avuto soprattutto il merito di restituire un pizzico di serenità all’ambiente.

Il patron Antonino Pulvirenti è chiamato a prendere le decisioni del caso. Al raggiungimento di quale scopo? Una strategia potrebbe condurre a prendere spunto dal famoso romanzo Il Gattopardo, citando la frase “Se vogliamo che tutto rimanga com’è, bisogna che tutto cambi”. Pensiero che viene comunemente semplificato in “tutto deve cambiare perché tutto resti come prima”. Preferendo ragionare in termino ottimistici, un’altra ipotesi porterebbe all’ingresso di nuovi soci che immettano capitale per dare in qualche modo respiro alle casse societarie. Oppure una soluzione che avvicini il passaggio di proprietà. L’auspicio è che il cambiamento determini novità positive in seno al Calcio Catania. Anche se andare ad intaccare in questo preciso momento storico l’equilibrio faticosamente raggiunto nelle ultime settimane, assume quantomeno i contorni del rischio.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***