RICCHIUTI: “A Catania sono stato da Dio con giocatori molto forti. Non esiste un giapponese come Morimoto…”

0
886
Adrian Ricchiuti

Intervistato da magazinepragma.com, l’ex Catania Adrian Ricchiuti ricorda alcuni dei momenti più significativi vissuti indossando la casacca rossazzurra:

“Stagione partita con Atzori, non giocavamo male ma il mister non faceva risultati. Poi è arrivato Sinisa insieme a Maxi Lopez e la squadra ha fatto una rincorsa incredibile. Mihajlovic ha una grandissima grinta, io lo devo solo ringraziare. Con Atzori non giocavo, con lui ero titolare. A Catania mi sono trovato da Dio, una città fantastica, posso solo parlarne bene. Io ho fatto tutte le categorie, ho trovato giocatori fortissimi dovunque. A Catania ho avuto Barrientos, Papu Gomez, Maxi Lopez e Bergessio, erano dei giocatori molto forti, abbiamo fatto quattro anni incredibili. Morimoto era la persona più simpatica di tutti, mangiava quantità industriali di aglio. Era una persona stupenda ed un bravo giocatore, l’unica pecca era che faceva pochi gol. Credo che un giapponese così simpatico non esiste. Più che giapponese era un napoletano, perchè ci prendeva in giro, lui aveva la ragazza che lavorava a Milano e sapeva l’italiano”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***