SERIE C – Blocco retrocessioni e ripescaggi, Savoia e Foggia sul piede di guerra

0
1126

Al termine dell’Assemblea di Lega Pro, si è portata in Consiglio Federale la proposta di decretare le promozioni di Vicenza, Monza e Reggina, adottare il merito sportivo (media punti) per sancire il quarto posto utile per la B, bloccare retrocessioni e ripescaggi. In D, però, c’è chi lascia intendere chiaramente che non ci sta. Giovanni Rais, Direttore Generale del Savoia, ai microfoni di tuttoc.com dice di non sentirsi per niente preoccupato.

“Blocco ripescaggi? Non c’è da allarmarsi. È una proposta che dev’essere ratificata dal Consiglio Federale – sottolinea – Ma la Lega Pro, al suo interno, ha solo il 17% del peso. È normale che le società di Serie C stiano provando a tutelarsi. Ma la proposta lascia il tempo che trova, è talmente fuori da qualsiasi grazia che non potrà mai passare. Mi auguro semplicemente che prevalga il bene comune. Per coerenza, se blocchi le retrocessioni devi bloccare anche le promozioni. Invece le società di Lega Pro vorrebbero consentire ai propri club di salire in B ma non di scendere in D”.

Sul piede di guerra anche il Foggia. Basta leggere, sempre su tuttoc.com, il pensiero del tecnico Ninni Corda: “Mi sento preso in giro, certe scelte non stanno né in cielo né in terra. Ma non per me o per il Foggia ma per qualsiasi persona nel mondo del calcio. La UEFA ha detto di dover cristallizzare le classifiche, in testa e in coda. Quindi dovresti bloccare tutto. Ma resto tranquillo perché la Lega Nazionale Dilettanti ha il 34% in Consiglio Federale. E sono sicuro che AIC e AIAC non andranno contro alla possibilità di creare posti di lavoro. Secondo me, a favore dei ripescaggi, ci sarà una maggioranza molto ampia”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***