FIGC: pubblicate le indicazioni per l’organizzazione delle gare di A, B e C

0
285

La FIGC ha redatto il documento ‘Indicazioni generali per la pianificazione, organizzazione e gestione delle gare di calcio professionistico in modalità “a porte chiuse”, finalizzate al contenimento dell’emergenza epidemiologia da COVID-19.

PRINCIPI GENERALI E METODOLOGIA DI RIFERIMENTO

Il modello di organizzazione e svolgimento delle gare in modalità a porte chiuse qui si seguito sviluppato presuppone la suddivisione dello Stadio (impianto sportivo) in 3 zone:

1. Interno Stadio – zona Tecnico/Sportiva

2. Tribune – Area Media/Tribuna Stampa

3. Esterno Stadio – TV Compound/Parcheggi Le tre zone sopra indicate possono sinteticamente riferirsi a:

1. Lo spazio di attività e relativi servizi

2. La zona spettatori comprendente gli spazi ed i servizi accessori e di lavoro di supporto

3. L’area riservata (principalmente la zona retrostante la tribuna principale)

La fascia temporale di gestione del giorno gara (cosiddetto MD – Match Day) dovrà essere considerata nell’arco di 10 ore di attività, compresa la partita, suddivisa in diverse finestre temporali (ciascuna delle quali è di circa due ore). I lavori di preparazione ed allestimento nel giorno gara dovranno essere completati con anticipo rispetto all’arrivo delle Squadre e degli Arbitri allo Stadio, nonché includere apposita sanificazione degli ambienti interessati. Il numero massimo di persone ammesse allo Stadio è stabilito in 300 unità per il Campionato di Serie A (proporzionalmente inferiore per le gare di Serie B e Serie C), suddiviso per le diverse attività.

Il numero di persone autorizzate deve essere ridotto alle figure strettamente necessarie per rispettare i parametri di sicurezza e garantire i servizi connessi all’organizzazione.

Il Gruppo Squadra della società ospite non deve in ogni caso superare le 60 unità per il Campionato di Serie A (proporzionalmente inferiore per le gare di Serie B e Serie C). Il numero massimo di persone ammesse potrà subire aggiustamenti solamente per specifiche indicazioni provenienti dalle Autorità di Sicurezza per le specifiche competenze (es. Forze dell’Ordine; presidi Medico-Sanitari; Vigili del Fuoco; steward).

All’interno di ciascuna zona dello Stadio non è consentita la presenza in contemporanea di un numero di persone superiore a 130 unità per il Campionato di Serie A (proporzionalmente inferiore per le gare di Serie B e Serie C).

===>>> Qui il documento completo in PDF (39 pagine)

 

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***