FUTURO CATANIA: Sigi e Finaria attendono il Tribunale, la squadra gli stipendi. Lodevole iniziativa dei tifosi

2
3751
Torre del Grifo, Catania

Problemi di ogni genere in casa Catania, ma l’Elefante è duro a morire e lo ha dimostrato sul campo con una reazione di qualità e carattere contro la Virtus Francavilla. Al di là delle polemiche biancazzurre, nell’arco dei 90′ il rettangolo verde ha premiato la squadra più meritevole di passare il turno nonostante la prova generosa offerta dagli ospiti. I numeri della gara, in questo senso, non mentono con molte più occasioni da gol costruite dai rossazzurri. Gran parte del merito è attribuibile a mister Lucarelli che ha cercato di tenere più alto possibile il morale, fronteggiando numerose situazioni di disagio. Basti pensare che fino alle prime ore del pomeriggio di martedì non tutta la squadra aveva manifestato l’intenzione di giocare. Questo perchè le mensilità arretrate non sono state ancora corrisposte in gran parte dei casi, ma l’auspicio è che il Tribunale sblocchi la situazione autorizzando il pagamento e, soprattutto, dando l’ok per la pubblicazione del bando.

Avviare la procedura competitiva per l’acquisizione del Calcio Catania è il prossimo fondamentale step da seguire. La bozza del bando è già stata depositata da Finaria, che attende l’assenso del Tribunale sulla validità e regolarità dei contenuti e delle clausole inserite. Nel frattempo il Catania ha appreso la notizia di affrontare la Ternana nel Secondo Turno dei Play Off e dovrà sostenere le spese di trasferta. Proprio sotto un profilo squisitamente logistico Lucarelli aveva espresso la preferenza di giocare al “Massimino”, vedendosela quindi col Catanzaro. Lo 0-0 umbro al cospetto dell’Avellino, però, ha deliberato lo svolgimento di Ternana-Catania e bisogna, pertanto, lavorare in funzione di Terni.

Lodevole l’iniziativa dei tifosi di supportare economicamente la squadra con una raccolta fondi. La cifra ottenuta verrà direttamente consegnata a Lucarelli, il quale farà pervenire le somme ai calciatori. Un gesto di grande amore da parte della tifoseria ma anche di rispetto e vicinanza nei confronti dei giocatori che si sono assunti la responsabilità di onorare la maglia fino all’ultima goccia di sudore. Ad eccezione di Di Molfetta – rimasto coerente con la scelta di non tornare a Torre del Grifo – e degli svincolati Esposito, Marchese e Rizzo che non se la sono sentita di prolungare gratuitamente i contratti in scadenza fino al 31 agosto. Mentre si attendono novità sul fronte degli stipendi, oggi – 2 luglio – inizia la preparazione al match del “Liberati” e la squadra, rinfrancata dal successo di martedì, spera di firmare una nuova impresa.

===>>> CESSIONE CATANIA: pubblicato finalmente il bando! Ecco il contenuto integrale, il 23 luglio si svolgerà il procedimento competitivo

 

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***

2 COMMENTI

  1. Un grazie al Mister e alla Squadra. Speriamo che istituzioni e Società siano alla vostra altezza.

Comments are closed.