PAGELLE DI REPARTO: difesa ok con Martinez super, Maldonado faro del centrocampo, Biondi jolly multiuso

0
2024

Consuete pagelle di reparto della redazione di TuttoCalcioCatania.com, a conclusione della partita che i rossazzurri hanno vinto, di misura, sul campo della Virtus Francavilla.

DIFESA, 7

Se il Catania ha mantenuto inviolata la propria porta per la terza gara di campionato consecutiva il merito è del funzionamento della fase difensiva collettiva, della solidità garantita dall’esperto trio di centrali composto da Tonucci, Claiton e Silvestri ma anche dalle parate di un super Martinez. L’estremo difensore spagnolo, ad eccezione di una lieve incertezza in uscita nel secondo tempo, è stato padrone della propria area di rigore abbassando la saracinesca. La Virtus Francavilla ha prodotto varie occasioni da gol, ma il portiere del Catania ha risposto sempre presente. Alla Virtus mancavano due attaccanti temibili come Perez e Vazquez, ma Ekuban non era un cliente facile. Idem Mastropietro, anche se un pò adattato nel ruolo di punta. Nel gioco aereo i difensori rossazzurri hanno corso davvero pochi rischi, dimostrandosi molto attenti nelle mischie e leggendo benone la maggioranza dei cross effettuati dagli avversari.

CENTROCAMPO, 6.5

Positiva prestazione di Maldonado. L’ex centrocampista dell’Arzignano ha fatto il suo esordio in maglia rossazzurra, non deludendo le aspettative. Guida con disinvoltura e personalità il centrocampo, assicurando al reparto geometrie e visione di gioco oltre che buone capacità d’interdizione. Un mix di tecnica e grinta per un giocatore con caratteristiche che completano il centrocampo. Rosaia lotta e corre per l’intera durata dell’incontro, pennellando palloni spesso interessanti per i compagni sullo sviluppo dei calci piazzati. Nel corso della ripresa serve un mastino per limitare ulteriormente le fonti di gioco biancazzurre. Il mister, non a caso, mette dentro Welbeck che disputa una prova di sostanza. Sulla fascia destra Albertini, ex particolarmente atteso, spinge come un forsennato, sbaglia pochissimo ed ha il merito di conquistare il rigore del decisivo 0-1. Abbastanza efficace Zanchi sull’altra corsia, presidiando con ordine la zona di competenza. Calapai subentra a Sarao al 63′ facendo il suo. Nel finale prende confidenza con il campo il neo-acquisto Pellegrini.

ATTACCO, 6

Nella prima frazione Biondi sfiora un pallone potenzialmente molto pericoloso in piena area di rigore; ad inizio ripresa lo stesso Biondi impensierisce Crispino con una conclusione parata in due tempi e, soprattutto, Emmausso impegna severamente l’estremo difensore della Virtus con una pregevole respinta al 54′. Giusto per precisare le dichiarazioni del D.S. biancazzurro Fernandez quando dice di “non avere concesso nulla al Catania”. E’ vero, comunque, che gli attaccanti rossazzurri non creano un numero elevato di palle-gol, ma avrebbero potuto sfruttare sicuramente meglio determinate situazioni a campo aperto. Esterno offensivo, trequartista, mezzala, Biondi è capace di giocare anche in posizione più avanzata. Si conferma elemento cardine dello scacchiere di Raffaele, potendo ricoprire una molteplicità di ruoli. Il ragazzo evidenzia la solita qualità e generosità, tendendo però a strafare in alcuni casi. Manneh lo fa rifiatare nel finale di gara. Emmausso ricerca il dialogo con i compagni, ha stoffa e si vede, ma deve ancora entrare nei meccanismi ed acquisire una condizione fisica brillante. Sarao si limita a svolgere il compitino, trasformando con freddezza il penalty della vittoria. Anche Pecorino dà una mano alla squadra.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***