SARAO DECISIVO: il Catania torna ad espugnare il “Viviani” in campionato dopo 25 anni

0
832

>>>Clicca qui per visualizzare il tabellino e le statistiche della partita<<<

Quinto successo stagionale in trasferta per il Catania di Giuseppe Raffaele allo stadioAlfredo Vivianidi Potenza con il minimo scarto, ma dimostrando sempre una grande compattezza nei momenti di difficoltà e sfatando così il tabù allo stadio lucano che in campionato durava da ben 25 anni.

Sin dai primi minuti i padroni di casa tentano, come era nelle previsioni, di imporre il loro gioco, ma la prima vera palla gol capita sui piedi di Sarao al sesto minuto. Il numero 9 rossazzurro ruba palla a Conson e tira, ma Marcone respinge con un provvidenziale intervento. Nei minuti successivi i rossazzurri si fanno vedere in avanti sfruttando soprattutto il gioco sulle fasce; la retroguardia lucana fa attenzione.

Al 22′ Piovanello effettua il tiro da fuori area trovando però la presa a terra del portiere dei padroni di casa. Al 31arriva la prima occasione per il Potenza con Compagnon che tenta il diagonale e per poco non inquadra la porta. Due minuti dopo è Calapai a provarci dopo un velo di Sarao, ma il suo tiro termina alto sopra la traversa. Nei minuti finali del primo tempo i ritmi si alzano e al 38′ un sinistro di Cianci termina fuori. Due minuti più tardi Confente blocca un colpo di testa di Coccia. L’arbitro non dà recupero e il primo tempo tra le due squadre termina a reti bianche.

Nella ripresa i padroni di casa entrano in campo più decisi e al 47Compagnon conclude di sinistro da fuori area non riuscendo per poco a beccare lo specchio della porta. La difesa rossazzurra è comunque attenta sulle incursioni in area di Sandri e Compagnon e si propone nuovamente in avanti al 62′ con Sarao, fermato da Conson. Raffaele si rende conto delle difficoltà a centrocampo e inserisce i rientranti Dall’Oglio e Reginaldo per Rosaia e Piovanello. Capuano non sta a guardare e sostituisce Ricci, già ammonito, con Di Livio. Proprio il neo entrato in due occasioni, tra il 70′ e 72′, effettua due traversoni, ma Confente in entrambi i casi è attento e fa suo il pallone. Al 74′ Confente è strepitoso nel mettere in corner un gran tiro di Cianci. Bravo, invece, Di Somma al 79‘ ad intervenire in area su Reginaldo per favorire l’intervento in presa a terra di Marcone.

Si tratta di un buon segnale per i rossazzurri. Welbeck subisce fallo quasi sulla trequarti. L’arbitro fischia la punizione, sul punto di battuta si presenta DallOglio, che scodella bene in area, dove svetta più in alto di tutti Manuel Sarao. Il numero 9 rossazzurro indirizza la palla di testa laddove Marcone non può arrivare e porta in vantaggio i suoi al minuto 84. Capuano si gioca il tutto per tutto nella speranza di ristabilire la parità e inserisce Nigro al posto di Sandri. All’88’ i rossazzurri protestano per un tocco di mano in area di Conson. Recupero thrilling con l’espulsione del presidente del Potenza, Salvatore Caiata, per proteste, e gli interventi in area di Confente sui tentativi prima di Nigro e poi di Coppola, che blindano un successo preziosissimo per il Catania. I rossazzurri adesso salgono a quota 26 in classifica, in coabitazione con il Catanzaro, prossimo avversario e a un punto dal Teramo terzo.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***