RUSSOTTO: tecnica, fantasia e maturità al servizio del Catania

0
537

Considerando minutaggio, rendimento ed incisività, Andrea Russotto è, indubbiamente, il miglior acquisto della sessione invernale del calciomercato rossazzurro. Il direttore Pellegrino lo ha strappato dalle grinfie della Cavese, forte anche della piena volontà del calciatore, riportandolo alle falde dell’Etna dopo quasi tre anni. Il 7 rossazzurro, infatti, aveva già indossato la maglia del Catania, comprendendo in toto oneri ed onori di un club così prestigioso ed importante.

Dal canto suo il fantasista romano ha sempre messo a disposizione le proprie qualità tecniche manifestando però alcuni limiti caratteriali che ne hanno condizionato il rendimento. Adesso, a 32 anni compiuti e con la nuova possibilità di difendere i colori di quella che (anche per motivi personali) considera la “sua” città, l’esterno offensivo sembrerebbe aver smussato alcuni aspetti spigolosi del proprio carattere, completando quel percorso di crescita e maturazione che lo potrà rendere uno dei calciatori più importanti dell’intera terza serie italiana.

Russotto, sin dalla sua gara di esordio contro il Foggia, ha palesato un piglio nettamente diverso rispetto alla prima avventura siciliana, dimostrando spirito di sacrificio, voglia di mettersi maggiormente al servizio dei compagni e quell’attaccamento alla maglia che lo hanno innalzato al rango di leader della compagine etnea. Con l’avvento di mister Baldini e lo sviluppo di un gioco molto propositivo, il folletto laziale potrebbe risultare ancora più decisivo e determinante nelle prossime partite.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***