FUTURO CATANIA: la nuova Assemblea dei soci per dare il via al prossimo step

2
1677

Giorni frenetici, intensi per le sorti del Calcio Catania. Una prima buona notizia è giunta sulla base di quanto riportato nei giorni scorsi dal fronte Covisoc relativamente al deposito dell’Indicatore di Patrimonializzazione (PA), con il rispetto nella misura minima di 0,10 unità di Patrimonio per ogni unità di Attivo. Nessuna contestazione da parte della Covisoc e, pertanto, nessun rischio penalizzazione in termini di punti in classifica per il Catania.

Il prossimo importante passaggio deriverà dall’esito dell’Assemblea dei Soci fissata per oggi, giovedì 17 giugno, chiamata a dare il via libera per la ricapitalizzazione funzionale all’iscrizione al prossimo campionato. Coprendo il buco di bilancio, attraverso la cifra di circa 2.5 milioni si procederà anche con il pagamento degli stipendi e di altre pendenze.

Atteso l’ingresso di tre nuovi soci locali all’interno della della struttura di Sigi, ma bisognerà fare anche il punto della situazione sulle trattative più importanti legate ad altri gruppi potenzialmente interessanti. Servono denari per sostenere i costi di gestione e tutto ciò che riguarderebbe la stagione sportiva 2021/22, pagando i creditori privati e formalizzando gli accordi con gli enti pubblici, ancora in standby in mancanza di garanzie adeguate sui pagamenti.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***

2 COMMENTI

  1. Anche se l’iscrizione fosse un dato certo (i tifosi catanesi ne dubitano fortemente) ,quale miserrimo campionato andrebbe a fare il Catania? ancora un altro anno di agonia? NO GRAZIE!

  2. J’ACCUSE – Un intero anno di inerzia persa dietro l’ottusa e folle malìa del salvatore munifico inesistente. E ora, con l’acqua al collo, i mitici salvatori della “matricola” si ridestano dal loro sonno annuale e fanno edotti tutti i tifosi che, senza soldi com’erano e come sono rimasti, non hanno salvato un bel nulla, hanno solo incancrenito i mali che il Catania aveva, come tutte le società in fallimento. L’incuria nella quale è stata lasciata la società dalla vecchia amministrazione è servita solo a mantenerla per ben sette anni in uno stato di coma inguaribile. In tutte le società in cui regnava il senso del reale e del possibile, nessuna esclusa, la stessa vicenda si è conclusa con un inevitabile fallimento ed in una decorosa rinascita senza debiti. Perché dunque la vostra inutile spavalderia che non ha risolto nulla, ed ha anzi costretto la squadra del Catania a rimanere a lungo in una miserabile condizione di degrado?

Comments are closed.