RUSSINI: dagli esordi nella Ternana al biennio di Cesena, estro ed esplosività per la corsia mancina del Catania

0
731
foto Corriere Romagna

Dopo la cessione di Tommaso Silvestri al Modena, il Catania ha ufficializzato l’ingaggio dello svincolato Simone Russini, ala sinistra classe 1996 lo scorso anno in forza al Cesena. Il neo rossazzurro ha raggiunto un’intesa su base biennale con il club etneo e si è detto «entusiasta di giocare al “Massimino”» con la maglia del Catania.

Dopo gli inizi presso le società campane “Amici di Mugnano” e “Mariano Keller”, nel 2012 Russini viene ingaggiato dalla Ternana assieme al centrocampista Antonio Palumbo. Entrambi erano stati scartati in precedenza dal Napoli dopo un provino. Esordisce in prima squadra a 17 anni nell’agosto 2013 durante una gara di Coppa Italia con il Lecce, effettuando altre due apparizioni con la maglia delle Fere sempre in coppa nel 2015 e nel 2016.

Successivamente la sua ancor breve carriera calcistica si snoda interamente in Serie C vestendo le maglie di Paganese (febbraio-giugno 2015), Lumezzane (2015-2017), Alessandria (2017-2018), Siracusa (2018-2019) e Cesena (2019-2021). Conta 165 presenze e 14 reti tra i professionisti e una Coppa Italia di Serie C vinta con i grigi nella stagione 2017-18.

Ala sinistra rapida e estrosa, Russini viene descritto come un giocatore dotato di esplosività e sagacia tattica. La capacità di muoversi abilmente sia sullo stretto che in campo aperto lo rendono una pedina di assoluto valore per lo scacchiere tattico di mister Baldini, il quale dopo Tommaso Ceccarelli è pronto ad accogliere un altro specialista sui calci piazzati.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***