STAMPA CAMPANA: “Avellino, buon punto a Catania. Errori difensivi, limiti nella costruzione della manovra e Kanoute ingenuo”

0
100

Ecco come la stampa campana accoglie il pareggio dell’Avellino a Catania. A cominciare da Avellino Today, che vede etnei e irpini dividersi la posta in palio “al termine di una sfida concitatissima, condita da un finale thrilling. Nel recupero, gli etnei tentano un ultimo assalto alla porta di Forte, ma è troppo tardi: il signor Maranesi di Ciampino, dopo cinque minuti di recupero, fischia la fine dell’incontro. Catania e Avellino segnano “X” a un match aperto dal primo al novantesimo minuto: settimo pari stagionale per i biancoverdi, ai quali va dato merito di averci creduto, fino alla fine, conquistando un ottimo punto su un campo più che proibitivo”.

Su sportcampania.it si legge: “Ancora un pareggio per l’Avellino, che questa volta si salva all’ultimo respiro contro il Catania. Un punto raccolto nei minuti finali grazie ad una rete di Silvestri, che salva la panchina al tenico Braglia e anche il ruolo del direttore sportivo Di Somma, i quali restano comunque in bilico”.

Sportavellino.it evidenzia invece che il “Massimino” è un campo che si conferma decisamente ostico per i colori biancoverdi. “La nota positiva della serata è stato l’atteggiamento, decisamente diverso da quello visto nella trasferta in terra pugliese. Con cuore e orgoglio Silvestri e compagni hanno riagguantato per due volte gli avversari, dimostrando di voler uscire a tutti i costi con qualcosa in mano dal terreno etneo. Mettendo a referto, per la prima volta in stagione, più di una rete nella stessa partita. Un evento per i tempi che corrono, anche se le due marcature sono arrivate entrambe da calcio piazzato, confermando ancora una volta i limiti nella costruzione della manovra biancoverde. Da cancellare ci sono sicuramente gli errori difensivi che hanno generato le due segnature della formazione di casa”, oltre al “rosso che si è portato a casa Kanoute“, il quale “si è confermato pedina preziosa per la squadra ma ha rovinato tutto facendosi prendere dai nervi nel momento più complicato della sfida”.

Irpiniaoggi.it rileva che l’Avellino dopo 20 anni porta punti a casa da questa trasferta (l’ultimo pareggio nel 2001, l’ultima vittoria risale addirittura al 1948)”, aggiungendo che nella ripresa si è visto “solo l’Avellino in campo ma ancora una volta Catania in vantaggio con Claiton al 57′ con la complicità del portiere Forte non esente da colpe”.

Campanianelpallone.it particolarmente critico nei confronti dell’Avellino: “E’ stata un’altra pessima prova dei biancoverdi, con poche idee offensive e le azioni più pericolose che sono arrivate dal solo Kanoute, che salterà la prossima partita vista l’espulsione”.

Tuttoavellino.it, infine, che per come si era messa la partita, con la sconfitta che sembrava ormai a un passo a pochi minuti dal fischio finale, “si può considerare il punto di Catania come un risultato positivo. Anche perché storicamente l’Avellino ha sempre fatto fatica a far risultato al ‘Massimino’ vincendo una sola volta nella storia e perdendo 14. Ma nell’economia generale del campionato, chiaro che questo ennesimo pari lasci comunque un senso di insoddisfazione. Da lodare lo spirito della squadra che ci ha creduto fino alla fine, anche in dieci, e il coraggio di Braglia di gettare nella mischia sempre più uomini offensivi, nonostante l’inferiorità numerica nel finale. Ma di fatto la ‘pareggite’ continua. E a deludere è stato anche il modo in cui l’Avellino ha preso i due gol, davvero ingenui”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***