COVID: fine stato di emergenza, cosa cambia nello sport

0
349

Da oggi, 1 aprile 2022, l’Italia non è più in stato di emergenza, misura che era stata adottata per fermare i contagi da Covid e prevedeva una serie di restrizioni che hanno coinvolto praticamente tutti i settori. Su calcioefinanza.it si legge come, a partire da questa data, le regole da rispettare saranno minori e permetteranno così di tornare gradualmente alla normalità. Diverse di queste norme coinvolgeranno anche il mondo dello sport.

In tutte le strutture sportive all’aperto a partire dal mese di aprile non ci sarà più il limite di capienza, che tornerà a essere al 100%. Per quanto riguarda invece i palazzetti, è previsto un aumento, arrivando fino al 75%. Un’altra novità importante riguarderà l’accesso agli stadi, dove fino ad ora era richiesto il Super Green Pass, ora invece basterà quello base. Chi non si è vaccinato potrà quindi mostrare l’esito di un tampone negativo effettuato nelle 48 ore precedenti all’ingresso nell’impianto. Fino al 30 aprile, salvo ulteriori proroghe, anche all’aperto sarà necessario indossare la mascherina FFp2 e resta comunque indispensabile essere in possesso del Super Green Pass (ottenuto solo con vaccino o con certificato di guarigione) per accedere a centri benessere, piscine e palestre, oltre che a spogliatoi e docce. Questa regola vale anche per gli sport praticati all’aperto, con l’unica eccezione per gli accompagnatori. Un ulteriore allentamento delle misure è previsto dal 1° maggio, quando cadrà l’obbligo di dotarsi di mascherina anche al chiuso e all’aperto in presenza di assembramenti.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***