VERSO SANCATALDESE-CATANIA: probabili formazioni. Cambierà qualcosa o tutto invariato nell’undici di partenza rossazzurro?

0
518

Dopo una settimana di lavoro intensa, Catania pronto a scendere in campo per sfidare la Sancataldese. Si torna allo stadio “Valentino Mazzola”, teatro finora dell’unico risultato stagionale negativo maturato lo scorso mese di agosto: la sconfitta in Coppa Italia dopo la lotteria dei calci di rigore. Altro contesto, altro scenario ma c’è un pizzico di sana voglia di rivalsa in casa rossazzurra. E stavolta ci sono in palio i tre punti, che il Catania insegue con decisione per provare a mantenere il cospicuo vantaggio in classifica sulle dirette inseguitrici o, meglio ancora, incrementarlo.

Come ribadito da Francesco Rapisarda ai nostri microfoni sarà una partita diversa, dicevamo. Perchè se prima era un cantiere aperto, oggi il Catania è una fuoriserie che sta dominando il campionato. Anche la Sancataldese ha cambiato tanto, compresa la guida tecnica con l’ex difensore dell’Atletico Catania Pietro Infantino in panchina che ha dato una marcia in più alla squadra verdeamaranto, imbattuta da sei partite caratterizzate da quattro pareggi e due vittorie con appena un gol subìto. Squadra organizzata, la Sancataldese, che proverà a complicare le cose ad un Catania alla ricerca di un successo mancante in trasferta dal 23 ottobre, quando l’Elefante stravinse a Paternò.

Per l’occasione mister Giovanni Ferraro, tra le varie defezioni, non potrà disporre neanche di Andrea Russotto. Assenza non di poco conto, se si considera che spesso Ferraro ha fatto ricorso alle qualità del calciatore romano per creare scompiglio nelle difese avversarie, in special modo nei secondi tempi cambiando il ritmo gara. Ma la rosa è ampia e, dunque, potrebbero aumentare le chance per giocatori come Giovinco, che da qualche settimana scalda la panchina. La sensazione è che i rossazzurri non muteranno la strategia iniziale legata all’utilizzo degli under con Boccia che, dunque, verrebbe confermato sulla corsia di sinistra, Castellini in coppia al centro con Lorenzini, gli intoccabili Bethers in porta e Vitale in mezzo al campo (affiancato da Rizzo e uno tra Lodi e Palermo). A quel punto spazio per tre over in avanti che potrebbero essere Sarno, Sarao (solito ballottaggio con Jefferson) e De Luca, con Giovinco in alternativa. Gli under Forchignone e Chiarella rappresentano altre opzioni, soprattutto se Ferraro decidesse di rivedere qualcosa in difesa inserendo Ferrara o Somma e spostando nuovamente Castellini a sinistra.

La Sancataldese ha consolidato determinati equilibri e tenterà di mettere in difficoltà il Catania attraverso le certezze acquisite nell’ultimo periodo. A meno di sorprese mister Infantino dovrebbe opporre al Catania il 3-4-2-1 con Dolenti a difesa dei pali; Maltese, Calabrese e Oppizzi completerebbero la linea difensiva a tre (a cinque in fase di non possesso); a centrocampo da destra verso sinistra ci sarebbe spazio per Garzia, Tourè, Giacinti e Brumat; Baglione e Tuccio in attacco agirebbero a supporto di Zerbo.

Sancataldese-Catania sarà diretta da Carlo Esposito della sezione di Napoli, coadiuvato da Domenico Romano (Nola) e Manuel Cavalli (Bergamo). Per tutti coloro che non potranno assistere alla partita dal vivo si ricorda che sarà trasmessa in chiaro ed in esclusiva in diretta TV sul canale 11 del d.t. (Telecolor) ed in live streaming sul sito www.telecolor.it al costo di 1,99 € (singola partita).

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***