ENTELLA: curiosità storiche in pillole

0
255
entella

Cenni storici sulla Virtus Entella, prossimo avversario del Catania

TuttoCalcioCatania ha raccolto alcune curiosità storiche legate alla Virtus Entella, prossima avversaria degli etnei in campionato allo stadio Comunale di Chiavari. Eccole di seguito riportate in pillole:

  1. Al termine della stagione 2013-2014, la squadra ligure ha raggiunto la prima storica promozione in Serie B, ottenuta a seguito della vittoria del proprio girone di Prima Divisione, divenendo la 123ª matricola del campionato cadetto a girone unico.
  2. Il 14 marzo 1914 viene fondato a Chiavari il Foot Ball Club Entella, per volere, tra gli altri, di Pippo Lanata. La neonata società deve il suo nome a un corso d’acqua: trattasi del locale fiume Entella.
  3. Due grandissimi personaggi incrociarono le loro strade con l’Entella negli anni ‘80: l’allenatore Giampiero Ventura e l’allora giocatore Luciano Spalletti, in look riccioluto e soprannominato “sette polmoni”.
  4. Nel novembre del 1998, la presidenza dell’Entella viene assunta da uno straniero: l’argentino Ricardo Omar Ciancilla. L’ambizioso presidente imposta immediatamente la sua linea, che prevede l’inserimento in rosa di numerosi suoi connazionali. Con questo metodo, abbastanza singolare tra i dilettanti, i risultati sembrano arrivare ma la stagione 1999-00 è catastrofica, segnata da ben quattro cambi di allenatore, e culminata da una retrocessione patita all’ultima giornata con il Verbania.
  5. Nell’estate del 2007 un nuovo cambio alla presidenza fornisce all’Entella la solidità che le è mancata negli anni precedenti: è il turno di Antonio Gozzi, chiavarese, amministratore delegato di Duferco, che parte con il dichiarato obiettivo di riportare i biancocelesti tra i professionisti.
  6. Il bianco e il celeste furono scelti come colori sociali da Enrico Sannazzari, in omaggio alla divisa della nazionale del paese dove era vissuto per diversi anni: l’Argentina.
  7. Nessun giocatore dell’Entella è mai stato convocato da una nazionale maggiore durante il periodo di militanza nella società. Sono invece due i calciatori dell’Entella convocati da rappresentative Under-21: Cristian Battocchio e Mateusz Lewandowski, convocati rispettivamente dalla Nazionale italiana e dalla Nazionale polaccadurante le Qualificazioni al campionato europeo di calcio Under-21 2015.
  8. Conferita dal CONI alla Virtus Entella, nel 1981, la Stella di Bronzo al merito sportivo.
  9. L’Entella detiene (alla pari con Lucchese, Cagliari e Sampdoria) il record della vittoria con maggior scarto di goal in Coppa Italia: Entella-Derthona 9-0, disputatasi l’8 dicembre 1936.
  10. Il giocatore con più presenze nella storia dell’Entella è Ermes Nadalin, che disputò 388 partite in 14 stagioni con la maglia biancoceleste, la maggior parte delle quali in Serie C negli anni sessanta. Il giocatore ad aver realizzato il maggior numero di reti è invece Beppino Gatti, che ne mise a segno 100 in 11 stagioni, disputate principalmente negli anni trenta, in Serie C e antesignane.