LA VERITA’ STA NEL MEZZO: cessione Catania, nodo clausole. Tacopina torna con un unico obiettivo, firmare il contratto

0
2725

Basta chiacchiere, è arrivato il momento di far parlare i fatti. Joe Tacopina ha emesso un comunicato piuttosto duro, lanciando un messaggio affinchè si arrivi ad una rapida conclusione dell’affare. C’è il chiaro interesse ad acquisire il Calcio Catania, ma mentre l’avvocato italo-americano parla dei soci Sigi nella misura in cui “dopo aver fatto annunci in cui dicono di aver accettato e di esser pronti alla firma, continuano ad apportare nuove modifiche all’accordo”, l’avvocato Giovanni Ferraù sottolinea che “è giunta una nuova bozza di Tacopina con una serie di clausole che devono essere rivedute perché non comprendono tutto l’accordo originario raggiunto”. Probabilmente la verità sta nel mezzo ed è il classico gioco delle parti.

Di sicuro, fino a quando non arriveranno le firme sul preliminare d’acquisto, il closing non potrà effettuarsi. Lo stesso Tacopina, che ha preannunciato il ritorno in Sicilia questa settimana (il 15 gennaio) prima di assistere alla partita Catania-Foggia direttamente dal “Massimino”, lo farà con l’unico obiettivo di firmare. L’avvocato Arena, che rappresenta il gruppo dell’italo-americano, è da tempo seduto sul tavolo delle trattative. La volontà espressa è quella di definire la cessione del 100% delle quote del Calcio Catania consentendo la partecipazione al progetto fino ad un massimo del 15% per i componenti Sigi che volessero supportare Tacopina. Gaetano Nicolosi in testa.

Resta da risolvere il nodo delle clausole inserite nel contratto. A fine dicembre sono saltati fuori altri debiti sconosciuti (è arrivata una PEC di creditori di 119.000 euro riferita al 2016, ndr) e non si può escludere il ripetersi di tale possibilità più avanti. Tacopina vuole garanzie a riguardo, Sigi ha chiarito che eventuali ulteriori debiti saranno a carico della SpA catanese ma ci sono angoli da smussare che, al momento, non portano alle tanto attese firme. Come? Attraverso il reciproco venirsi incontro, definendo un’intesa unitaria con una precisa assunzione di responsabilità da parte di tutti i soggetti coinvolti.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***