SIGI – TACOPINA: trovare un punto d’incontro, il tempo stringe…

0
2469

Superare la fase di stallo. E’ quanto espressamente indicato nei giorni scorsi come unica strada per definire la cessione del Calcio Catania a Joe Tacopina. Giovanni Palma, socio Sigi, ha precisato che la sopravvivenza rappresenta un obiettivo raggiungibile per l’attuale proprietà, aggiungendo tuttavia che “sopravvivere non è vivere”. Per vivere, in sostanza, si rende necessario l’ingresso di un investitore che getti le basi per il rilancio economico e sportivo dell’Elefante. Mentre la squadra proverà a giocarsi fino in fondo i playoff, nell’ambito societario è urgente lavorare allo scopo di assicurare un futuro certo al Catania.

In questo senso bisognerà, in primis, coprire le perdite registrate a giugno 2020 e mettere i tasselli a posto per quanto concerne l’iscrizione al prossimo campionato. Ballano qualcosa come circa 10 milioni di euro, cifre ragguardevoli. Serve liquidità nell’arco di un mese e mezzo, ottenendo l’approvazione del piano di riduzione del debito. Dentro o fuori. Le lungaggini burocratiche complicano le cose ma dopo una serie di schermaglie e botta-risposta a suon di comunicati, Sigi e Tacopina devono trovare un punto d’incontro.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***