LE ULTIME DALLE SEDI: Catania, dubbi su Russini. Bari, 10 gol alla Primavera

0
740
Torre del Grifo

Ieri pomeriggio il Catania ha ripreso gli allenamenti a Torre del Grifo dopo la seconda sconfitta stagionale consecutiva riportata a Catanzaro. Mister Baldini prova a tirare su il morale di una squadra che vuole ritrovare entusiasmo provando a rilanciarsi domenica contro il Bari tra le mura amiche. Attenzione particolare rivolta all’infermeria rossazzurra. Provenzano ha accusato un fastidio all’adduttore, suggerendo al tecnico di Massa di non convocarlo per la trasferta di Coppa Italia al “Ceravolo”. Non convocato a scopo precauzionale neanche Russotto e Maldonado per altri piccoli acciacchi e Calapai, un pò influenzato. A meno di sorprese, tutti dovrebbero essere disponibili per domenica. Dubbi invece soprattutto per quanto riguarda il recupero di Russini, che ha riportato problemi al ginocchio. Anche l’esperto difensore centrale Claiton, ex di turno, dovrebbe dare ancora una volta forfait. Sala, portiere che ha esordito mercoledì a Catanzaro, ha festeggiato il compimento dei 28 anni.

In casa Bari, invece, il gruppo biancorosso ha sostenuto il terzo giorno di lavoro nella marcia di avvicinamento alla sfida di Catania. Mercoledì pomeriggio la squadra ha sostenuto un allenamento congiunto con la formazione Primavera (impreziosita dagli innesti di Polverino, Lollo, De Risio, Bolzoni e Citro) sul terreno dello stadio “San Nicola”: 10 reti messe a segno nei 90 minuti giocati. “Nel primo tempo – come riporta il sito ufficiale dei pugliesi – il protagonista è Simone Simeri, autore di una pregevole tripletta (prima sfruttando gli assist di Paponi e Botta, poi di tacco in bello stile su cross proveniente da destra). A completare le marcature della prima frazione ci ha pensato Paponi in mischia; annullato un gol per fuorigioco a Mallano che ha anche colpito un palo. Nella ripresa a segno tre volte Cheddira (di testa a ribadire in rete una corta respinta della difesa, di mancino su suggerimento di Bianco e in girata di testa su cross da destra), due volte Marras (dribbling secco in area a saltare il portiere e conclusione morbida da fuori) e Antenucci (pallone all’incrocio dei pali dal limite). Ha proseguito il lavoro atletico dedicato Antonio Mazzotta”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***