DERBY ROSSAZZURRO: pubblico trascinante, il Catania fa un bel regalo ai tifosi

0
945

Il derby Catania-Palermo si tinge di rossazzurro. Festa sugli spalti del “Massimino” per un successo che mancava da dieci anni. 2-0 e vittoria del tutto convincente che entusiasma gli oltre 9mila spettatori presenti. Non si sono toccati i consueti 18/20mila del passato, ma la partita ha fatto ugualmente registrare il record stagionale di pubblico sotto il vulcano, triplicando la media attuale di presenze nell’impianto sportivo etneo. Si respirava un’aria molto diversa dalle precedenti apparizioni. Non solo la Curva Nord, tutto lo stadio ha esultato, gioito e trascinato la squadra di Baldini verso una vittoria tanto cercata, fortemente desiderata in quello che rappresenta il derby per eccellenza del calcio siciliano. Una gara che fa storia a sè, che esula dal campionato.

L’inno di Giuseppe Castiglia, Alè Catania, ha accompagnato l’ingresso in campo delle due squadre facendo rivivere il ricordo dei rossazzurri in Serie A. Il tifo organizzato di Curva Sud era ancora assente, ma ha precisato attraverso uno striscione: “Torneremo… questione di tempo!!!”. La Nord, invece, a cominciare dalle operazioni di riscaldamento fino all’immediato post-gara ha tifato e sostenuto incessantemente la squadra con autentici boati e lanciando un messaggio chiaro attraverso la scritta: “Rivalità, storia e tradizione: onorate il derby al di là della stagione”. Una partita che il Catania non poteva sbagliare. La squadra ne era perfettamente consapevole e non poteva offrire una risposta migliore ai suoi tifosi dopo il ko di Latina.

Canti e cori, oltre ai consueti sfottò all’indirizzo dei colori rosanero – all’insegna di un genuino campanilismo – hanno fatto da cornice ad un derby tuttavia privo di ultras palermitani. Peccato, questo avrebbe reso ancor più spettacolare il derby sugli spalti. Nel Settore Ospiti, però, erano presenti un centinaio di bambini delle scuole calcio di Palermo con uno striscione recante la scritta “Il tifo è un gioco da ragazzi”. Tutto sotto gli occhi del Presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli, accomodatosi in Tribuna con il Sindaco Salvo Pogliese, l’assessore Sergio Parisi, Roy Paci e Ismaele La Vardera, reduci dalla partita del cuore con l’assegno consegnato alla città di Catania per i lavori di sistemazione della pescheria duramente colpita dall’alluvione.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***