VERSO VITERBESE – CATANIA: quali scelte per sopperire alle assenze? Prime ipotesi

0
617

Finalmente settimana di lavoro tipo per il Catania, che inizia quest’oggi gli allenamenti a Torre del Grifo per preparare l’insidiosa trasferta di Viterbo.

Mister Giuseppe Raffaele, al rientro dopo avere scontato i quattro turni di squalifica, spera in note liete dall’infermeria. Intanto, è sicuro che non potrà disporre degli squalificati Tonucci (due turni) e Welbeck (una giornata). In compenso Maldonado, sottopostosi nei giorni scorsi a terapia per un problemino al polpaccio, ha scontato la squalifica e domenica sarà della partita.

In porta si vedrà se Raffaele confermerà Confente o riproporrà Martinez, negativo al Covid. Silvestre e Zanchi completeranno la difesa a tre con uno tra Noce e Claiton. La scelta ricadrà su quest’ultimo nel caso in cui recuperasse in tempo dall’infortunio (potrebbe essersi trattato di un semplice affaticamento, ma urgono altri controlli per valutarne l’entità). Ancora out Pellegrini.

A centrocampo, cabina di regia affidata a Maldonado con Izco e Biondi che potrebbero mezzali ma nei prossimi giorni si valuteranno le condizioni di Rosaia. Dall’Oglio (che ha riportato un’infiammazione al ginocchio) verso il recupero per Potenza, da non escludere però una convocazione già per il match con la Viterbese. Calapai e Pinto sugli esterni.

Per quanto concerne il reparto offensivo, Pecorino è ormai una certezza. Reginaldo viene visto, al momento, come il partner d’attacco più funzionale per caratteristiche a giocare in coppia con l’ex Milan Primavera. Vedremo se il brasiliano recupererà. Anche Sarao resta in forse, avendo accusato un dolorino che ha suggerito a Cristaldi di sostituirlo domenica all’intervallo. Se Reginaldo e Sarao non faranno in tempo a recuperare, spazio ad Emmausso da cui ci si attende obiettivamente di più.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***